Ventilazione naturale LATTE (bovino, bufalino, ovicaprino)

Impianti per il controllo del microclima ambientale

La ventilazione naturale è quella ottenuta in un ricovero grazie alla differenza di densità tra l'aria interna (più calda) e quella esterna (più fredda). In presenza di una apertura di colmo e di aperture laterali, poste ad una quota inferiore, si ottiene una circolazione naturale dell'aria con entrata dalle finestre ed uscita dall'apertura di colmo.

I ricambi dell'aria nel ricovero possono essere ottenuti principalmente con due sistemi: ventilazione naturale e ventilazione forzata.

 

Ventilazione naturale per i settori latte

Oltre alla differenza di temperatura tra aria interna ed esterna, il vento è un'altra forza naturale in grado di creare il movimento dell'aria. Ovviamente è importante che l'orientamento e la localizzazione del ricovero ed il controllo delle aperture consentano di sfruttare in modo sinergico le due forze naturali.

Dal punto di vista costruttivo si sono studiati numerosi accorgimenti in grado di evitare gli inconvenienti imputati a questo sistema di ventilazione:

- la predisposizione di deflettori in prossimità delle aperture per ridurre l'influenza negativa del vento, soprattutto nel periodo invernale;
- la realizzazione di serramenti, (sia per le finestre, sia per il cupolino) facilmente regolabili e meccanizzabili con centralina di comando automatica.

 

it en ru ro