Controllo microclimatico

La ventilazione artificiale consente di garantire i volumi di ricambio e le condizioni desiderate in modo del tutto indipendente da quelle climatiche esterne. È la soluzione quindi da privilegiare tutte le volte che il mantenimento di condizioni microclimatiche ben definite e soprattutto l’eliminazione di sbalzi termici sono essenziali per garantire il positivo risultato dell’allevamento.

Riscaldamento e Raffrescamento

Il riscaldamento dei ricoveri si rende necessario per mantenere un adeguato livello termico, soprattutto nei settori più delicati quali il parto e lo svezzamento, quando il calore prodotto dagli animali non è suffi ciente a controbilanciare la perdita da dispersione delle superfi ci del ricovero e della ventilazione.

Il controllo delle alte temperature estive (mediante raffrescamento) si può convenientemente ottenere sfruttando l’abbassamento di temperatura provocato da fenomeni evaporativi.

Molto interessanti sono i dispositivi di abbattimento delle polveri e lavaggio dell’aria interna all’allevamento.

L’adozione di ventilatori “BIG FAN” migliora il livello di comfort agli animali.

Ventilazione Artificiale

Ventilazione Naturale

In fase progettuale si dovranno correttamente considerare i vari fattori che incidono sulla qualità dell’ambiente interno.

Assicurare agli animali condizioni ambientali ottimali è alla base del successo dell’allevamento.

Ventilazione Mista (Naturale/Forzata)

I vari fattori climatici, quali la temperatura, l’umidità relativa, la velocità e la qualità dell’aria, la presenza di gas nocivi e polvere e quelli non climatici, quali la tipologia e densità dei box, interagiscono tra di loro e condizionano il livellodi benessere degli animali ed il risultato complessivo dell’allevamento.

Il massimo comfort a portata di mano

it en ru ro